martedì 22 ottobre 2013

Case di paglia


No, non si tratta della casetta di paglia dei tre porcellini che il lupo distrugge con un soffio, ma dell’ultima frontiere della bio-architettura, presentata al Made Expo 2013 nello spazio Growing the City.





La paglia, assorbendo l’umidità dall’aria e rilasciandola quando l’ambiente è troppo secco, è un ottimo isolante e permette di costruire edifici sani, eco-sostenibili e resistenti ai terremoti.

I sistemi di costruzione con la paglia sono due: l’impiego di balle di paglia nella realizzazione di muri portanti, oppure l’utilizzo della paglia come elemento di riempimento in una struttura portante in legno.



La casa qui sopra, realizzata in provincia di Bolzano da Bio-Architettura Italia, utilizza il secondo metodo, l’unico attualmente permesso dalla normativa italiana. La struttura naturale in bio-edilizia è costituita da pareti dello spessore di 120 cm in balle di paglia che garantiscono un perfetto isolamento termico e un notevole risparmio energetico, ottimizzato dall’impiego di argilla per l’intonaco, la realizzazione di mattoni cotti per le pareti interne e per il pavimento.

Le pitture sono tutte rigorosamente ecologiche, l’arredamento in legno massello è opera di un artigiano locale (così si risparmia anche sull’inquinamento da trasporto), per tende e biancheria sono stati utilizzati solo tessuti naturali come cotone, lino, lana e feltro e non si transige nemmeno sull’imbottitura dei cuscini: ammessi solo piuma o farro.

La casa, situata a 1850 m di altitudine nei pressi del lago di Resia, fa parte degli alloggi per “vacanze all’insegna della natura” che la famiglia Fliri mette a disposizione dei suoi ospiti.

Credits

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...