giovedì 5 dicembre 2013

Trovati i giardini pensili di Babilonia


I giardini pensili di Babilonia, una delle sette meraviglie del mondo antico, si troverebbero nei pressi della città di Nínive, nel nord dell’Iraq. È quanto risulta da un recente studio svolto dalla ricercatrice Stephanie Dalley dell’Istituto orientale dell’Università di Oxford.
Tanti saluti dunque a Babilonia e a re Nabucodonosor II che, secondo la tradizione li avrebbe fatti costruire intorno al 590 a.C. non lontano dall’attuale Bagdad. I giardini non sono lì. Anzi, non sarebbero nemmeno babilonesi, ma assiri.

La Dalley, dopo aver analizzato alcuni testi antichi, ha spostato le sue ricerche 500 km più a nord dell’antica Babilonia, per focalizzare i suoi studi nei pressi della città di Nínive, capitale del regno assiro ai tempi di re Sennacherib e non lontana dall’attuale città di Mosul. 
Dopo la conquista di Babilonia nel 689 a.C., il re assiro Sennacherib avrebbe nominato le porte della capitale del suo regno, Nínive, con gli stessi nomi delle porte della città di Babilonia, fatto che per la ricercatrice britannica avrebbe generato confusione ed errori di interpretazione dei testi antichi. Non solo. Non esistono fonti Babilonesi che parlino dei giardini, mentre sono numerosi gli scritti che celebrano le imponenti opere idriche e il magnifico palazzo reale con colonnati e lussureggianti giardini su più livelli realizzati a Nínive sotto Sennacherib.

Dopo vent’anni di ricerche uno dei maggiori misteri archeologici sta per essere svelato con un libro (The Mystery of the Hanging Garden of Babylon) e quattro prove schiaccianti.


Credits

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...