martedì 4 febbraio 2014

La mia rubrica di giardinaggio sul giornale astigiano!



Oggi sul bisettimanale astigiano La nuova provincia c’è la prima uscita della mia rubrica di giardinaggio PASSI in FLORA!



Sono a pagina 6 e parlo dell’Helleborus niger, meglio conosciuto come rosa d’inverno o rosa Natale: un allegro sempreverde che ha la buona abitudine di fiorire tra dicembre e marzo illuminando il giardino con i suoi candidi fiori bianchi.



L’elleboro è una pianta perenne della famiglia delle Ranuncolaceae di origine europea e caucasica dal portamento compatto, che non supera i 15-20 centimetri di altezza, ha foglie coriacee di un bel verde scuro e grandi fiori leggermente appiattiti dai petali bianco puro o con lievi sfumature rosate che ricordano quelli delle rose selvatiche.

Non necessita di particolari cure: una volta sistemate le piantine a una trentina di centimetri l’una dall’altra e meglio lasciarle stare perché non amano essere spostate, annaffiarle regolarmente per mantenere il terreno umido, ma mai intriso d’acqua, e tagliare lo stelo a livello del terreno dopo la fioritura se coltivate in vaso. L’elleboro ama il freddo e predilige un’esposizione ombreggiata: meglio sistemarlo su un balcone esposto a nord o in giardino sotto le fronde di un albero o di un arbusto a foglia caduca.

I suoi vicini di casa ideali sono bucaneve, hosta, primule e polmonarie e più in generale tutte le erbacee del sottobosco che fioriscono a fine inverno. Se riuscirete a creare un habitat di suo gradimento potreste ritrovarvi nel giro di qualche anno delle nuove piantine di elleboro nate da seme, ma se il vostro intento è cimentarvi nella sua moltiplicazione lasciate perdere la semina a meno che non siate dotati di infinita pazienza. I semini interrati in estate germineranno dopo circa dieci mesi e poi dovrete aspettare almeno altri quattro anni per vedere il primo fiore; sempre che nel frattempo la giovane piantina non sia morta di caldo, di freddo, di sete o non se la sia mangiata una lumaca ingorda. Molto meglio moltiplicare gli ellebori per divisione dei cespi in autunno.

Da non perdere una visita al giardino degli ellebori di Pietra Ligure (SV), la più vasta collezione di ellebori in Italia con circa 370 tra specie, sottospecie, incroci e cultivar, di cui 70 in vendita. Aperto al pubblico tutte le domeniche dal 2 febbraio al 23 marzo dalle 13 al tramonto.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...