martedì 20 maggio 2014

Pasta al pesto di mandorle e menta


La menta cade nel mortaio, incontra le mandorle e si fa pesto… per una spaghettata che profuma già di estate!

Ingredienti:
300 g di spaghetti
40 g di mandorle
15 foglie di mentuccia romana
Parmigiano
olio extravergine di oliva
sale
un goccio d’acqua

 

Menta dentro e fuori dall'orto

Tra specie e varietà c’è davvero l’imbarazzo della scelta: dai grandi classici come la piperita (coltivata per il suo olio essenziale ricco di mentolo molto utilizzato nell’industria cosmetica e farmaceutica e per la preparazione di sciroppi, liquori, cocktail, dolci e caramelle) e la mentuccia romana (perfetta in cucina, il suo sapore più delicato si sposa bene con i piatti salati come questo pesto “alternativo”) a quelle più decorative come la Mentha rotundifolia (dalle foglie tonde), la Mentha suaveolens “Variegata” (dalle foglie bordate di bianco) e la Mentha spicata “Crisspa” (dalle foglioline ricce) perfette anche per le aiuole del giardino!
Sono tutte profumate e caratterizzate da leggere infiorescenze estive rosate, bianche, azzurrine o malva.

Terreno Al genere Mentha appartengono 25 specie di erbacee perenni aromatiche caratterizzate da un apparato radicale molto sviluppato e ricco di stoloni che le rendono un po’ invadenti. Sono tutte piante rustiche: prediligono un terreno ben drenato e asciutto e vanno annaffiate con regolarità subito dopo l’impianto e nei periodi maggiormente siccitosi.

Avvicendamenti e consociazioni Se decidete di coltivare la menta nell’orto, sistematala vicino a cavoli e pomodori: non solo ne migliora il gusto, ma tiene lontana la farfalla cavolaia.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...