mercoledì 30 luglio 2014

Dal set ai campi Alberto Brosio l'agro-attore di Officina Contadina


Un passato da attore televisivo, sette anni a Los Angeles e una contrastante passione per la vita contadina che poco a poco si trasforma in un lavoro a tempo pieno nella convinzione che solo una vita più a misura d’uomo possa dare la vera felicità. Inizia più o meno così l’avventura di “Officina Contadina” di Alberto e Linda, 34 anni, due bimbi e una cascina con vista sulle colline del nord astigiano.

«Cortandone è il paese dei miei nonni, io e mio fratello siamo nati a Torino e ogni week end venivamo a trovarli – racconta Alberto. Ricordo che ero affascinato da uno zio che faceva il contoterzista, i trattori, la campagna, mi sembrava tutto bellissimo, non lo mollavo mai. Da “grande” ho fatto altre scelte ma la passione per la campagna è rimasta, così quando Linda e io ci siamo sposati abbiamo deciso di venire a vivere qui e abbiamo preso due caprette che mungevo prima di andare sul set. Quando mi sono reso conto che il lavoro di attore iniziava a pesarmi mentre ogni mattina mi svegliavo con una gran voglia di buttarmi giù dal letto per andare a mungere Heidi e accudire la prima famiglia di api ho capito che era ora di cambiare e così l’anno scorso abbiamo ufficialmente aperto l’azienda agricola “Officina contadina”».



Al momento Alberto e Linda allevano api in forma stanziale e producono nocciole biologiche, sono accreditati come fattoria didattica e collaborano con la Cooperativa sociale “Il Margine” che opera sul territorio con progetti di orto-terapia, a breve avranno anche un laboratorio per la lavorazione dei loro prodotti, un agriturismo e un Bed & Breakfast.

«Sette anni fa abbiamo iniziato a ristrutturare la cascina, ad allevare le prime famiglie di api e a ripulire i noccioleti abbandonati da anni e mi sono documentato molto perché credo in un’agricoltura diversa, sostenibile e non dannosa per l’ecosistema, ma è più difficile di quel che pensavo. Al di là della fatica immane che comporta, è difficile capire come fare a coltivare in maniera davvero biologica. Se chiedi a qualche agricoltore della zona o al tecnico del Consorzio agrario come combattere un parassita, la prima cosa che fanno è indicarti il pesticida da utilizzare, mai nessuno ti dirà di rimuovere le uova del parassita a mano o di introdurre l’insetto antagonista. Adesso per fortuna si iniziano ad avere risposte a fronte del crescente interesse per un’agricoltura più sostenibile da parte di molti giovani come noi che si avvicinano al mestiere contadino non perché si sentono obbligati a continuare l’attività di famiglia ma perché cercano uno stile di vita diverso, a contatto con la natura».


“Officina Contadina” si trova in via Bricco Cisero 10 a Cortandone e vende direttamente i suoi prodotti: miele di acacia, millefiori e melata; presto saranno invece disponibili i semilavorati di nocciole (nocciole tostate e in granella, nocciole tostate sotto miele di acacia e una pasta di nocciole tostate e macinate a pietra che amalgamata al miele di acacia diventa una crema spalmabile per dolci). 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...