venerdì 12 settembre 2014

Friciö di patate

 

Settembre, tempo di sagre e di promozione dell’enogastronomia piemontese: eccovi servito uno stuzzicante piatto povero contadino con le patate appena raccolte dall’orto.

Ingredienti:
12 patate lesse
4 uova
Parmigiano Reggiano
olio extravergine di oliva
sale

Preparazione:
Schiacciate le patate e preparate una purea amalgamandole con il Parmigiano Reggiano, un filo d’olio extravergine di oliva e un pizzico di sale. Incorporate le uova.
Scaldate un po’ d’olio in una padella antiaderente e friggete la purea a cucchiaiate per un paio di minuti da entrambe i lati.
Mangiatele ancora calde!

Buon appetito ;)


Nell'orto

Originaria dall’America centro-meridionale, la patata arriva in Europa nel XVI secolo e diventa protagonista di infinite ricette! Oggi è l’ortaggio più coltivato al mondo.

Esposizione e clima La patata si adatta bene ai climi più diversi, dalla montagna alla pianura, ma le condizioni climatiche più favorevoli sono quelle alpine, prealpine e appenniniche con temperature estive non troppo elevate.

Terreno Sciolto, ben lavorato e ricco di humus.

Semina In primavera, interrando tuberi interi o tagliati, a patto che ciascuna parte presenti almeno 3-4 gemme fertili. I tuberi si sistemano in file a 25-30 cm l’uno dall’altro. La distanza tra le file può variare dai 60 ai 70 cm.

Avvicendamenti e consociazioni La coltivazione della patta non va ripetuta sullo stesso terreno per almeno 4 anni, ma può seguire cereali, prato o erba medica. Non ama la compagnia delle altre Solonacee: pomodori, peperoni, melanzane.

Rincalzatura Aiuta a sorreggere le piantine, agevola la formazione dei tuberi evitandone l’inverdimento, diminuisce l’evaporazione di acqua dal terreno e facilita la raccolta.

Raccolta Da fine agosto.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...