venerdì 11 settembre 2015

El Drago e Pino Gordo: i giganti verdi di Tenerife




Sono due i giganti verdi di Tenerife: El Drago, il più famoso e tappa delle più gettonate escursioni guidate dell’isola, a Icod de los Vinos nel nord ovest dell’isola, e il Pino Gordo nel comune di Vilaflor, l’ultimo centro abitato a sud del Parco del Teide.




Forse proprio millenario come lo vuole la tradizione non è, ma di certo El Drago esercita un certo fascino. Nel punto più alto del paese, al centro di un giardino delimitato da muretti di calce, El Drago, considerato l’esemplare più vecchio di Dracaena draco dell'arcipelago, è di certo una delle attrazioni più fotografate. Si tratta di una specie subtropicale endemica delle isole Canarie, appartenente alla famiglia delle Agavaceae. Il nome “draco” fa riferimento alle “teste” di foglie che ricoprono le estremità dei rami e che raddoppiano ogni anno: contandole si può stabilire l’età della pianta. Altre peculiarità della Dracaena draco sono il tronco cavo, nel quale la pianta immagazzina l’umidità atmosferica raccolta attraverso le lunghe foglie coriacee e lanceolate, e la preziosa linfa rossa, usata dai primi abitanti dell’isola per le sue proprietà cicatrizzanti e oggi ingrediente di cosmetici e liquori.




Oltre alla Dracaena draco, altra specie endemica molto diffusa sull'isola al di sopra degli 800 metri di altitudine è il Pinus canariensis, un sempreverde capace di adattarsi alle alte temperature e al duro terreno lavico che caratterizzano le pendici del vulcano Teide. Appartiene a questa specie il Pino Gordo, un gigante verde di 45,12 metri di altezza e 9,36 metri di diametro, protagonista di un’affascinante leggenda, che narra l'amore contrastato di due giovani.






Lui, un conquistadores spagnolo, lei, una giovane ragazza dell’isola, morti di dolore per l’impossibilità di stare insieme, si trasformano in alberi. Sul tronco del Pino Gordo si riconosce il volto sofferente del ragazzo, mentre la giovane, tramutata in un altro pino secolare, poco più a nord e quasi identico al Pino Gordo, veglia sul suo amato.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...