mercoledì 19 agosto 2015

Passiflora e hibiscus per la floral moodboard ispirata a Frida Kahlo



Dall’Italia degli anni Settanta al Messico di Frida Kahlo: la pittrice dallo spirito rivoluzionario e anticonformista che, grazie all’arte, continuò a manifestare il suo spirito passionale e indipendente nonostante la lunga convalescenza causatale da un incidente stradale.
Tra le sue opere più conosciute, i numerosi autoritratti realizzati da sdraiata in un letto a baldacchino con uno specchio sul soffitto.



La mia seconda floral moodboard vola ai tropici, tra fiori di Passiflora e Hibiscus syriacus, specie tropicali molto diffuse e facili da coltivare anche alle nostre latitudini.

Come base d’appoggio ho usato un foglio da disegno e, per completare l’atmosfera, ho aggiunto pastelli a olio dai colori forti, un ventaglio in legno intagliato e una collana con semi e mini noci di cocco.



E una volta disfatta la moodboard, i fiori hanno una seconda chance: galleggiano a pelo d’acqua in un vaso sulla scrivania.

domenica 16 agosto 2015

Succulente, dove le metti?



Dopo settimane di caldo torrido, le uniche a essere davvero in forma a casa mia sono le succulente, felici e fiorite come non le avevo mai viste, si saranno forse illuse di essere tornate alle giuste latitudini :)



Piccole e poco esigenti, con le loro forme grassocce tutte diverse, fanno scattare la mania da collezione.



Dove metterle?

Ovunque!

Nei classici vasetti di terracotta oppure in scatoline di latta, tazze, barattoli di vetro, porta uova e persino in tappi di sughero, conchiglie e ricci di mare.





Fanno bella mostra di sé ordinate sul davanzale della finestra, sulla mensola in cucina o su uno scaffale della libreria, in vasetti coordinati.



Oppure sul tavolo da pranzo, ordinate in una cassettina con qualche candela o in una boule in vetro con la sabbia colorata.

giovedì 13 agosto 2015

Vinile, monete, vecchie cartoline e la floral moodboard è anni Settanta



Ecco la mia prima moodboard floreale ispirata alle vacanze anni Settanta



Cosa ho usato:
un vinile come piano d’appoggio
monete da 100, 200 e 50 lire
una vecchia cartolina
orecchini e bracciale d’epoca ;)
fiori di gazania

L’idea della moodboard arriva da designer e creativi per trasmettere in modo veloce ed efficace la loro idea. Oggetti di uso quotidiano sono disposti su un piano come se si trattasse di una tavolozza e, una volta finita, la composizione diventa protagonista di uno scatto da condividere sui social.


La rivista digitale Blossom zine ha lanciato un contest per creare una moodboard floreale.


Possono partecipare tutti!


Una volta cerata la moodboard floreale scatta una foto e inviala, entro il 15 settembre, a info@blossomzine.eu
Sarà caricata nell’album #FloralmoodboardCONTEST sulla pagina Facebook di Blossom zine con i tuoi dati e la più cliccata sarà ospite sul prossimo numero della rivista con una piccola intervista.

Nel video sotto scopri come si fa

venerdì 7 agosto 2015

A Gherghenzano un platano testimonia le novità dell'epoca napoleonica



Sopravvissuto al passaggio dell’armata napoleonica e alla “riforma” del Bonaparte sui luoghi di sepoltura, oggi osserva silenzioso una piccola chiesa e la campagna dove, nel Quattrocento, si scontrarono gli eserciti dei Visconti e dei Bentivoglio.

È il plurisecolare platano di Gherghenzano, frazione di San Giorgio di Piano, nel bolognese, cui è dedicata la rubrica l’Albero Maestro, sul numero 40 di Giardino Antico, in edicola questo mese.

Si tratta di un Platano comune (Platanus hybrida), plurisecolare, dal 2003 inserito nell’elenco degli alberi monumentali dell’Emilia Romagna come “Gigante Protetto”, per via della sua mole (alto 33 metri, il tronco ha una circonferenza di 6!) e della sua dimora. È infatti l’ultimo dei quattro platani che delimitavano i quattro cantoni del primo e più antico cimitero di Gherghenzano, accanto alla chiesa di San Benedetto, poi trasferito altrove in seguito al decreto napoleonico di allontanamento dei luoghi di sepoltura dai centri abitati, al fine di migliorare le condizione di igiene, scongiurando malattie ed epidemie.