martedì 3 maggio 2016

Rosa ‘Pierre de Ronsard’


È tornata a casa con me dalla Tre giorni per il giardino al castello di Masino la Rosa Pierre de Ronsard

Sarà anche tremendamente pop, ma… pur non sapendo ancora dove metterla, non ho saputo resistere!!!
 
Oggi cercavo qualche consiglio di coltivazione ed è saltato fuori un articolo di Lidia Zitara, giornalista, scrittrice e autrice del blog Giardinaggio irregolare. La 'Pierre de Ronsard' direi proprio che non è tre le sue rose preferite. Chissà, forse ha ragione lei, forse l’amore passerà, per ora: occhi a cuore..!


Su consiglio del vivaista la lascerò in vaso fino al prossimo autunno: carica di fiori com’è, ho paura di fare un disastro!
Nel frattempo, mi inventerò un sostegno da sistemare nell’aiuola delle erbe, al riparo dalle correnti e in buona compagnia di lavanda ed erba cipollina a proteggerla dagli afidi, e mi appunto le dritte di Lidia:

(…)di facile coltivazione, cresce molto lentamente il primo anno, poi ha bisogno di essere potata e legata a un sostegno, evitando però di attorcigliarla su pilastri e colonne perché i rami si spezzano facilmente. Predilige un clima mediterraneo, non troppo umido.

‘Pierre de Ronsard’ è una rosa moderna rampicante, rifiorente, dalle grandi corolle quartate, stradoppie, rosa chiaro sull’estremità dei petali, giallo paglierino, quasi bianco, alla base. Il boccio è tondo e grande, le foglie sono verde scuro, lucide e resistenti alle malattie.


Conosciuta anche con i nomi commerciali ‘MEIviolin’ e ‘Eden Rose 85’, è stata creata da Marie-Louise Meilland e introdotta in Francia da Meilland internazionale nel 1985 come parte della Collezione Renaissance®. Il nome ‘Pierre de Ronsard’ fa invece riferimento al poeta francese Pierre de Ronsard e, in particolare, a uno dei suoi poemi più celebri


Mignonne, allons voir si la rose

À CASSANDRE
Mignonne, allons voir si la rose
Qui ce matin avait déclose
Sa robe de pourpre au soleil,
A point perdu cette vesprée,
Les plis de sa robe pourprée,
Et son teint au vôtre pareil.

Las! voyez comme en peu d’espace,
Mignonne, elle a dessus la place
Las! las! ses beautés laissé choir!
Ô vraiment marâtre Nature,
Puis qu’une telle fleur ne dure
Que du matin jusques au soir!

Donc, si vous me croyez, mignonne,
Tandis que vôtre âge fleuronne
En sa plus verte nouveauté,
Cueillez, cueillez votre jeunesse :
Comme à cette fleur la vieillesse
Fera ternir votre beauté.

Ronsard (1524, Vendômois)
Odes, I,17


Foto Ultimissime dall'orto

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...