martedì 13 dicembre 2016

In auto verso Biberach an der Riß, weekend nell’Alta Svevia


  Tra case di pan di zenzero e tradizioni nordiche, decorazioni di Natale intagliate nel legno, maglioni avvolgenti e tazze fumanti di vin brulé, abbiamo scavalcato le Alpi e navigato sul Bodensee. Abbiamo fatto scorpacciate di giocattoli e di paesaggi di luce e tetti spioventi, assaggiato omini di cioccolato e imparato la filastrocca del buon appetito con cui si accende la candela da tenere sulla tavola apparecchiata quando si fa colazione tutti insieme. E, soprattutto, abbiamo cambiato ritmi e orari, felici di abbandonare il telefono che senza wi-fi non ha nessun’altra utilità se non quella di pesare nelle tasche.


Dove andare

Biberach an der Riß (Baden Württemberg) – il centro storico e la Marketplatz con il monumento alla stupidità umana: un asino fatto di corpi ispirato al primo romanzo satirico in lingua tedesca di Christoph Martin Wielandin in cui si narra l’assurdo processo per l’ombra di un asino;
la chiesa barocca di San martino, il Municipio (das Rathaus), la biblioteca (der Stadtbücherei) e il teatro (das Komödienhaus) con il bassorilievo dedicato alla prima rapprsentazione della Tempesta di Shakesoeares in lingua tedesca nel 1761;
la Weiße Turm, la torre bianca per vedere la città dall’alto

Ulm (Baden Württemberg) - la cattedrale gotica; la passeggiate lungo le sponde del Danubio e das Fischerviertel: il quartiere antico dei pescatori

Lindau (Baviera) - il centro storico sul Bodensee (lago di Costanza), il porticciolo con il faro e la passeggiata sul molo;
se vi capita, pranzate al ristorante Zum Alten Rathaus.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...