domenica 15 gennaio 2017

Giardinieri scrittori: Libereso Guglielmi


Il “valore” non è vedere una pianta al massimo della sua crescita, ma conoscerla fin dalla nascita: è come per i bambini, è bello vederli crescere, sorridere alla vita...

Libereso Guglielmi


Libereso Guglielmi, scomparso lo scorso settembre all’età di 91 anni, è conosciuto come “il giardiniere di Calvino”. Figlio di un anarchico tolstojano, cui spettò la scelta del nome, da giovanissimo incontra Mario Calvino, padre di Italo, e inizia a lavorare con lui alla Stazione sperimentale di floricultura, curare il giardino di Villa Meridiana e condividerne la ricerca sulle piante alimentari: il verde che più gli stava a cuore. Vegetariano convinto, alternava mani nella terra, disegno e studio, così come si conviene a un vero giardiniere. E dopo aver viaggiato e studiato moltissimo, sfoga il suo bisogno di clorofilla nel suo minuscolo e fittissimo giardino ligure di cui mangiava foglie, bacche, fiori e germogli.


Post scriptum. Sto divorando “Il barone rampante” e mentre scrivo questo post scopro in un'intervista a Libereso che tra i ragazzacci ladri di frutta incontrati da Cosimo nel suo vagabondare da un albero all’altro c’è anche lui!!!


Ma vi racconto tutto nella prossima illustrazione di Giardinieri scrittori
{anche su Instagram!}

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...