giovedì 16 marzo 2017

Consociazioni e avvicendamenti: le regole di buon vicinato tra fiori e ortaggi


Se hai un orto sul balcone o sul terrazzo coltivare ortaggi diversi, fiori e aromatiche gli uni accanto agli altri, magari nello stesso contenitore, è una necessità dettata dallo spazio limitato. In campo può avere diversi benefici su produttività e qualità degli ortaggi oppure effetti disastrosi. Tutto dipende dalle regole di buon vicinato.

Ti ricordi, a scuola, la scoperta dei benefici della rotazione triennale delle colture alla fine dell’Alto Medioevo? Ecco, quella roba lì, che piace tanto agli hippy come agli orticoltori radical chic che da qualche anno l’hanno rilanciata come nuovo trend, non ha mai smesso di funzionare e conoscerla ti aiuta a progettare un orto secondo natura.

Ortaggi a crescita lenta e ortaggi a crescita veloce o rampicanti si proteggono a vicenda dal sole e dal vento. Alcuni ortaggi sono sgraditi agli insetti patogeni di altri e coltivarli nella stessa aiuola aiuta a limitare l’uso di pesticidi. Altri ancora, come le leguminose, sono utili nell’avvicendamento. Piselli, fagioli e fagiolini sono azotofissatori, catturano l’azoto presente nell’aria e lo fissano nel terreno rendendolo fertile e molto gradito agli ortaggi da foglia come insalate e spinaci.


Esistono online tantissime tabelle sulle consociazioni buone e cattive, ma per non sbagliare è sufficiente seguire tre semplici regole:

1. mai ortaggi della stessa Famiglia*, traggono dal terreno le stesse sostanze nutritive e attirano gli stessi patogeni, meglio coltivarle in aiuole separate. Attenzione anche alle rotazioni: meglio non coltivare i pomodori dove prima si sono coltivate le patate (appartengono entrambi alla Famiglia delle Solonaceae)

2. ortaggi lenti accanto a ortaggi veloci o rampicanti si proteggeranno a vicenda da sole e vento: le foglie dei ravanelli, più veloci, ombreggiano i germogli di carota; gli spinaci saranno protetti dal sole seminati tra i filari di fagioli e piselli

3. le piante aromatiche e alcune piante da fiore come tagete, calendula e nasturzi, sono insetticidi naturali e buoni da mangiare!



Consociazioni famose dentro e fuori dall’orto:

·l’erba cipollina protegge le fragole
·l’aglio scaccia gli afidi dalle rose
·le petunie proteggono le patate dalla dorifora
·aglio e cipolla difendono le carote dalla mosca della carota
·la santoreggia allontana gli afidi dai fagioli
·il pomodoro tiene lontano la cavolaia da cavoli e cavolfiore
·prezzemolo e basilico aiutano il pomodoro
·le ortiche vicino al pomodoro ne migliorano il sapore e riducono gli attacchi fungini
·la lattuga addolcisce il ravanello, il cerfoglio ne accentua la piccantezza.


Un consiglio: di anno in anno annota con uno schizzo la suddivisione delle aiuole dell’orto e gli ortaggi coltivati in ognuna. Ti aiuterà a capire come disporli l’anno successivo.


*Famiglie di ortaggi: Chenopdiaceae (bietola, spinacio); Brassicaceae o Cruciferae (cavolo, cavolfiore, cavoletto di Bruxelles, rapa, ravanello); Composite (carciofo, cicoria, radicchio, indivia, lattuga); Curcubitaceae (anguria, cetriolo, melone, zucca, zucchino); Fabaceae o Leguminose (fagiolo, fagiolino, fava, pisello); Liliaceae (aglio, asparago, cipolla, porro); Ombrellifere - Umbelliferae (carota, finocchio, sedano); Solonaceae (melanzana, patata, peperone, pomodoro)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...