venerdì 19 maggio 2017

Rosa 'Mutabilis', facile e sempre diversa


Giallo, albicocca, carmino, il colore ti dice l’età del fiore e quanto gli resta prima di lasciare cadere a terra i petali.

La Rosa ‘Mutabilis’ è una delle grandi soddisfazioni dell’orto giardino, arrivata un paio di primavere fa è raddoppiata, felice e carica di fiori grandi e leggeri come farfalle.

Creata in Italia nel 1900, la Rosa ‘Mutabilis’ conserva le caratteristiche delle rose cinesi: rifiorenza, foglie leggere e appuntite e germogli color porpora. Non profuma, nonostante il nome Rosa x odorata ‘Mutabilis’. La sua bellezza è tutta nell’effetto sorpresa della fioritura: dai boccioli giallo uovo si aprono fiori semplici con cinque petali un po’ stropicciati color albicocca che in poche ore virano al rosa e poi al carmino. Tutte le tre fasi di colore sono presenti in contemporanea sullo stesso arbusto, che arriva a raggiungere 1-1,5 metri di altezza.

È resistente alle malattie e facile da coltivare: in estate si tagliano le cime sfiorite alla seconda foglia completamente formata; in autunno i rami secchi o deboli; a fine inverno si aggiunge concime pellettato. Il terreno di impianto dovrà essere ben drenato e ricevere almeno sei ore di sole al giorno.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...