venerdì 15 settembre 2017

Santoreggia e le regole di sopravvivenza dell’orto

 
La santoreggia è la più tosta di tutte.

Ho fatto un test di rusticità. L’estate calda e senz’acqua ci ha costretti a fare delle scelte, concentrando irrigazioni e cure ad alcune zone del giardino a scapito di altre. I più lontani dai rubinetti hanno dovuto accontentarsi delle pioggia, pochissima, e cercare di sopravvivere.

Adesso che l’aria inizia a sapere d’autunno contiamo i caduti, spostiamo e potiamo. Via il rabarbaro, gli aster e i bulbi di narcisi: lasciano l’orto e si trasferiscono in un’aiuola a est, vicina alla canna dell’acqua. Mente, melissa, origano e salvie si potano e si annaffiano. Delle zinnie restano solo da raccogliere i semi per la prossima primavera. Gli unici che sembrano farsi un baffo dell’arsura sono rosmarini e santoreggia che, scaltra, si sposta da un’aiuola all’altra in cerca di umidità: la trapianti in un angolino e qualche mese dopo te la ritrovi nel bel mezzo dell’orto, tra le piante degli zucchini in cerca di acqua.

 
La santoreggia (Satureja hortensis) è un’erbacea annuale cespitosa della famiglia della Labiate. Ha una radice a fittone, foglie minute e fiori ancora più piccoli bianchi o rosa. Si adatta a qualsiasi tipo di terreno, purché asciutto e ben esposto al sole. Cresce dove vuole, in cima ai muretti e tra le crepe dei marciapiedi. La si riconosce per i fusti quadrangolari, eretti e compatti, e l’aroma: una volta annusata non si dimentica. È il profumo del sugo della domenica, del ribollire della passata di pomodoro e delle chiacchiere a voce alta in cucina.


Si semina una prima volta in primavera poi si moltiplica da sé, dove meglio le aggrada. In cucina si usano foglie e fiori. A fine estate se ne raccolgono dei mazzolini da far essiccare all’ombra a testa in giù per due settimane, poi si trasferiscono un paio d’ore al sole e si battono per dividere i rami dalle foglie che si conservano in barattoli di vetro.

Foto Ultimissime dall’orto

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...